CEETO: Monitoraggio dei flussi turistici nelle Aree Protette


Punto 3 è stata incaricata da FederParchi di realizzare un’analisi delle metodologie di monitoraggio e gestione dei flussi turistici all’interno delle Aree Protette europee

finalizzate a pianificare strategie ed interventi in favore del turismo sostenibile.

Tale attività si inserisce all’interno del Progetto INTERREG CEETO (Central Europe Eco-Tourism: tools for nature protection) che ha come obiettivi:

  • l’implementazione di sistemi innovativi di governance turistica basati su un approccio partecipativo in grado di promuovere un uso sostenibile delle risorsa naturali (in linea anche con la CETS – Carta Europea Turismo Sostenibile)
  • identificare e testare strumenti di management e monitoraggio concentrandosi in particolare sul turismo sostenibile.

Punto 3, oltre ad individuare e descrivere le principali metodologie ha anche mappato alcune buone pratiche che sono poi state descritte in un handbook che verrà presentato nel prossimo meeting di progetto previsto a Budapest l'11 e 12 Marzo e successivamente reso pubblico nell'ambito del progetto. Queste buone pratiche sono:

  • Utilizzo dei Big Data raccolti grazie alle celle telefoniche da parte del Parco Nazionale del Gran Paradiso per individuare le presenze e i flussi per comprendere i movimenti dei turisti sul territorio.
  • Conteggio delle auto nell' area naturale di Veluwe (NL) utilizzando i gateway per monitorare e ridurre il traffico nella zona;
  • Il Parco Nazionale di Harz (DE) ha utilizzato il conteggio dei visitatori per sviluppare un piano di gestione dei sentieri;
  • Il Parco Nazionale di Tatra (PL) ha sviluppato un sistema per monitorare i sciatori tramite localizzazione GPS;
  • Interviste ai visitatori per rilevare le preferenze nel Parco Nazionale di Tatra (SK);
  • Questionari abbinati ai tracciati GPS per profilare i visitatori nel Parco di Průhonice patrimonio mondiale UNESCO Park (CZ);
  • Il metodo San Gallo utilizzato per l' analisi dei flussi turistici strategici transfrontalieri nel Parco Naturale delle Alpi Marittime (IT) e nel Parc National du Mercatour (FRA);
  • I social media utilizzati per identificare i luoghi preferiti nel Parco Nazionale Pallas-Yllästunturi (FIN);
  • Utilizzare la registrazione video time-lapse per contare i visitatori e comprendere gli usi ricreativi nel Parco Nazionale delle pianure alluvionali del Danubio (AT);
  • Stima dei flussi utilizzando le foto geotaggate e la teoria della gravità nelle Dolomiti UNESCO WHS (IT);
  • Utilizzo della bioacustica per rilevare le attività umane in ambienti naturali.

 

Approfondisci le competenze di Punto 3 in merito al marketing territoriale e al turismo sostenibile.

 

Condividi: