Nuovi corsi di formazione


Corsi di formazione Punto 3A maggio due nuovi corsi di formazione di Punto 3 su due argomenti di grande attualità per le imprese e per le Pubbliche Amministrazioni: CAM obbligatori nel Codice Appalti e Eventi Sostenibili secondo la ISO 20121.

  1. Come organizzare gli Eventi sostenibili secondo la ISO 20121
  2. Il Codice degli Appalti: l'obbligo di adozione dei CAM per le imprese e le PA


Entrambi i corsi saranno ospitati all’interno della prestigiosa sede dell'Educatorio il Fuligno a Firenze, a due passi dalla stazione centrale e si svolgeranno il 14 e il 15 maggio 2018. I corsi consentono in breve tempo di acquisire o aggiornare le proprie competenze in ambiti che interessano sia il settore privato che pubblico. Sono previsti sconti e agevolazioni per chi si iscrive entro il 30/04/2016 (Early Lovers), per chi porta un amico e, naturalmente, per chi decide di partecipare ad entrambi i corsi.

Come organizzare Eventi Sostenibili secondo la ISO 20121

Lunedì, 14 maggio 2018 (8 ore)

Il tema centrale del corso è lo standard internazionale ISO 20121 - Sistemi di gestione sostenibile degli eventi (recepito in Italia dal Comitato UNI nel 2013).

Il taglio pratico del corso consentirà di apprendere come progettare eventi sostenibili, in particolare: gli aspetti critici dal punto di vista della sostenibilità per un evento (rifiuti, emissioni di CO2, mobilità, materie prime, ecc.), i rapporti con gli stakeholder e gli sponsor, la definizione di obiettivi e la gestione della supply chain. Le tre precedenti edizioni del corso hanno registrato il tutto esaurito e grande soddisfazione dei partecipanti.
Per i dettagli e le iscrizioni vai al sito Eventi Sostenibili

Il Codice degli Appalti: l'obbligo di adozione dei CAM per imprese e PA

Martedì, 15 maggio 2018 (8 ore)

Dal 19 Aprile 2016 in seguito all’entrata in vigore del Codice dei Contratti (Dlgs 18 aprile 2016, n. 50) è obbligatorio, per tutte le Pubbliche Amministrazioni, inserire Criteri Ambientali Minimi (CAM) negli appalti pubblici di forniture, lavori e servizi.

Nelle gare d’appalto pubbliche, quindi, le stazioni appaltanti devono essere in grado di inserire correttamente - nei capitolati e nei disciplinari di gara - i CAM; d'altro canto  gli operatori economici che non si adegueranno a tali richieste rischiano seriamente di essere esclusi dal mercato pubblico.
Per i dettagli e le iscrizioni

Per informazioni telefonare o scrivere a Gaia Lembo

cell. 366 6632457 gaia@punto3.info

Condividi: